Cerca
  • La Psicologa della Moda

PsicoMascherine

E' partita (da un pò in realtà) la ricerca della mascherina perfetta.

Dopo l'attenta ricerca di info su mascherine regolamentate, il loro utilizzo e la loro funzione...la Moda doveva entrare in merito da Protagonista (of course).

Sposo in pieno l'idea delle aziende, botteghe e sartini/e impegnati sul fronte della creatività per tentare di riprendersi dallo schianto economico che il virus ha causato.

Detto questo...cerchiamo di capire la psicologia che muove lo shopping monotematico degli ultimi giorni.

Ho visto mascherine bon ton, da femme fatale, da fashionista, da Hannibal the Cannibal...ne ho viste in tinta unita, a colori, con fantasie o messaggi...irriverenti, ruffiane, eccentriche.

La Moda anche questa volta permette di proiettare il nostro stato d'animo...e così c'é gente che ne ha comprate per ogni umore e per ogni intento.

C'é chi si sente in gabbia e non tollera neppure le maschere di carnevale, chi invece ne approfitta per camuffarsi/nascondersi (vuoi anche per la mancanza di sedute dall'estetista), chi adora sperimentare e chi provocare. C'é anche sempre chi preferisce quella anonima...che si abbina così bene al grigio e al non colore.

Mettici tutte le motivazioni del mondo, ma restano sempre legate all'identità.

Soprattutto vedo gente con un'identità legata alla sfera privata (colori, fantasie e rifiniture), chi legata al luogo di appartenenza (simboli e bandiere) e chi al sociale (brand e stili di vita).

Tant'é che queste mascherine ce le dobbiamo far andare a genio...per un pò.

Buona Mascherina a Tutti.

Alla prossima






5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2020 by La Psicologa della Moda