Cerca
  • La Psicologa della Moda

SMART WORKING DRESS CODE


Cosa indossare in smart working può essere una sfida.


C’é sempre in agguato la tentazione di rimanere in PIGIAMA.

Che senso ha toglierlo e rimetterlo se resto a casa? Nulla é più comodo!


Attenzione: il pigiama ostacola la produttività.


Fin dalla nascita, abbiamo imparato ad associare il pigiama al letto, quindi al sonno. Questo collegamento é fortissimo: ogni volta che indossiamo il pigiama inconsapevolmente il nostro cervello si prepara ad addormentarsi, che non è la situazione ideale per lavorare. Indossare abiti più professionali o che richiamano l'ambiente di lavoro può aiutare a cambiare la propria predisposizione a seguito delle intrinseche associazioni create.


Si sa poi che vestirsi al mattino aiuta a sentirti bene, migliorando la tua percezione di sé e la fiducia personale…ma di questo ne riparliamo…


La ricerca ha dimostrato che l’UMORE e le PRESTAZIONI dei lavoratori possono essere influenzati dall’adeguatezza del loro abbigliamento.

Essere vestiti in modo FORMALE consente alle persone di percepirsi associate al proprio ruolo professionale e di descriversi usando aggettivi più formali, viceversa avviene il contrario quando si indossano abiti più casual, trasferendo sul lavoro un registro più informale o percependo una produttività inferiore.


Quindi, i sentimenti che attribuiamo a determinati tipi di abbigliamento possono influenzare in modo subliminale il nostro comportamento, generando una corrispondenza con ciò che ci si aspetterebbe, in base al nostro abbigliamento.

Tuttavia, questo non vuol dire che le persone dovrebbero lavorare da casa con abiti e scarpe col tacco!

È altrettanto importante avere sentimenti positivi sugli indumenti che si indossano, poiché ciò aumenterebbe le emozioni positive, la competenza percepita, l’empatia e la socievolezza.


Se si lavora da casa, non c'è da vergognarsi nell’indossare un paio di pantaloni un pò più casual di quanto ci si aspetterebbe in ufficio. In alcuni casi, indossare abiti leggermente più casual può, in effetti, aumentare il morale e la produttività, forse riducendo il senso di pressione aziendale.

Provare disagio psicologico o fisico può avere un effetto controproducente sulle percezioni di sé, quindi si tratta di creare un equilibrio tra vestirsi per lavorare - richiamando un’atmosfera professionale - pur rimanendo a proprio agio.

È evidente che sentirsi bene in ciò che si indossa può anche aiutare a sentirsi bene con se stessi e quindi aumentare la produttività.

Il senso di adeguatezza dell'abbigliamento professionale influenza la percezione della qualità. Sentendosi più responsabile, professionale e competente - se vestito in modo adeguato - porterà inevitabilmente a risultati di lavoro maggiori.


Vestirsi in modo diverso in smart working può aiutare a distinguere il ruolo professionale da quello di genitore, ad esempio, delimitando i confini.

Prepararsi per la giornata come si farebbe normalmente se si andasse in facoltà o in ufficio (o altrove) può essere sia fisicamente che psicologicamente benefico, incoraggiando la produttività e il distacco dalle distrazioni che l'ambiente domestico presenta. Ciò che è più importante inoltre è poter staccare. È facile perdere di vista la struttura della giornata: gli abiti possono essere un modo per aiutare a separare il lavoro e la vita domestica.


Alla prossima puntata

VR


6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2020 by La Psicologa della Moda